I condizionatori che costano meno sono più sfigati?

statua con cacca di piccione sul viso

Molto noti, soprattutto durante il periodo invernale, sono i condizionatori con funzione di aria calda. Si tratta di una macchina termica che viene utilizzata per alzare o abbassare la temperatura all’interno di un ambiente, a seconda delle necessità stagionali. E’ un apparecchio che funziona attraverso un ciclo termodinamico, svolto su un fluido refrigerante.

Sono in molti quelli che acquistano i condizionatori e lo fanno focalizzandosi sulle singole caratteristiche dell’apparecchio. Di prezzo medio di un condizionatore non se ne può parlare con esattezza in quanto i prezzi possono variare molto a seconda del modello scelto e della soluzione. Di media, comunque, le fasce medie considerate sono quelle che vanno dai 1.000 ai 1.700 euro. Sul mercato sono presenti anche climatizzatori inverter. Si tratta di apparecchi che grazie ad una particolare tecnologia permettono di regolare in modo automatico la velocità di funzionamento dell’apparecchio e la sua potenza. Anche il prezzo massimo di un inverter non può essere calcolato con molta esattezza.

Cosa incide nel prezzo del condizionatore?

I fattori e le caratteristiche che incidono sul prezzo di un condizionatore sono molto numerosi. I parametri per scegliere un buon climatizzatore sono tanti e tutti fattori che ovviamente incidono anche sul prezzo stesso del condizionatore.

Tra questi, ad esempio, il grado di rumorosità che è indicato in etichetta con l’unità di misura Decibell, il sistema di filtraggio, la potenza che deve essere sempre direttamente proporzionale alla grandezza dell’ambiente che si desidera climatizzare e infine la classe energetica che serve per segnalare quanto il climatizzatore avrà impatto sulla bolletta. I climatizzatori che si consiglia di preferire quando si desidera avere un basso consumo sono quelli di una classe energetica che sia almeno pari alla A+.

Un altro fattore da tenere in considerazione quando si fa una valutazione circa il rapporto qualità-prezzo di un condizionatore è la doppia modalità raffreddamento-riscaldamento. In questo caso lo strumento non assume solo la funzione di condizionatore ma anche quella di riscaldatore ed è quindi utile per riscaldare, raffreddare e talvolta anche deumidificare. Altro fattore, ancora, è la grandezza. E’ ovvio che la grandezza di un condizionatore viene scelta in base a quanto sia ampia la stanza oppure l’ambiente nel quale si desidera porlo. Meno btu faranno calare un po’ il prezzo. I condizionatori da 7000 btu, ad esempio, costano poco.

Un’altra domanda che ci si pone prima di acquistare un condizionatore è come risparmiare comprando i multisplit. Prima di tutto bisogna definirli affermando si tratta di apparecchi che vengono utilizzati in ambienti nei quali tutte le unità interne devono essere utilizzate contemporaneamente.Ciò che molto spesso induce all’acquisto di condizionatori con sistema multisplit è l’ottica del risparmio in quanto non solo si fa fronte ad una spesa più bassa al momento dell’acquisto ma si ha anche la possibilità di risparmiare in termini di spazio siccome l’installazione è unica per un grande ambiente. Come opzione di acquisto vi sono anche condizionatori portatili che costano meno. Questi sono ottimi per raffreddare determinate aree consumando una maggiore quantità di energia rispetto ai condizionatori centralizzati. Altro vantaggio è quello che i condizionatori portatili sono privi di unità esterna.

Oltre agli appena citati vantaggi, però, vi sono anche alcuni svantaggi tra cui in primis quello riguardante la classe energetica. Ai fini del rispetto dei parametri legali, infatti, è obbligatorio utilizzare dei climatizzatori portatili che non abbiano una classe energetica inferiore alla G. Sul mercato sono presenti anche molti condizionatori per camper e camion. Quelli maggiormente consigliati e di migliore qualità sono i climatizzatori a compressione ad uso stazionario. Questi a differenza dei sistemi a condensazione sono molto utili anche per ridurre l’umidità dell’aria.

In vendita sono disponibili accessori specifici per tutti i tipi di camion. Il montaggio di questi apparecchi è generalmente rapido ed a bassa manutenzione, le unità sono per lo più standard e pertanto compatibili con la maggior parte dei camion e dei camper. La cosa positiva, inoltre, è che tali climatizzatori sono utilizzabili anche in marcia assieme al climatizzatore preinstallato sul veicolo.

Online dove si può spendere poco o di meno?

I climatizzatori possono naturalmente essere acquistati anche online. Sul web sono presenti numerose piattaforme specializzate nella vendita degli apparecchi di climatizzazione, a partire proprio dai siti ufficiali i cui lati positivi sono una dettagliata descrizione dello strumento che si va ad acquistare e la possibilità di contattare degli esperti.

Spendere poco o di meno è possibile farlo aspettando delle offerte che molto spesso sono presentate sui siti ufficiali e messe proprio a disposizione degli utenti che acquistano dal web. Oltre ai siti ufficiali esistono comunque anche altre piattaforme come, ad esempio, Amazon oppure Ebay dove è anche possibile trovare condizionatori usati ma in ottime condizioni.

Possono essere buoni e anche economici?

La risposta è certamente affermativa. La cosa da valutare sempre e comunque quando si scegliere di acquistare un climatizzatore è il rapporto qualità-prezzo. Non è di certo detto che un condizionatore che costa meno debba necessariamente essere di qualità peggiore.

Tale affermazione deriva da tutto quanto detto in precedenza e dalla consapevolezza che il prezzo varia a seconda delle caratteristiche e che queste, a loro volta, variano a seconda delle esigenze di ogni singolo cliente. Non è assolutamente detto che se costano poco è perché si risparmia nei materiali ed è questo il motivo per cui, secondo l’opinione di molti consumatori, è errato considerare che siano le serie più sfigate.

In che periodo dell’anno si possono trovare delle offerte?

A questa domanda non è possibile rispondere con precisione. Non esistono periodi dell’anno standardizzati e nei quali è possibile trovare offerte di condizionatori. VI sono mesi in cui è possibile trovarli scontati solo in determinati punti vendita, ed altri mesi in cui sono invece venduti a prezzo pieno.

Quanto costa installare un condizionatore?

Il prezzo per installare un condizionatore è estremamente variabile e dipendente anche dalla diversa azienda che si chiama. Un modo per risparmiare è certamente farlo installare dallo stesso negozio nel quale lo si acquista oppure fare un preventivo per confrontare tra loro i diversi prezzi. L’opinione di molti è che le serie troppo economiche siano da evitare, soprattutto se si considerano gli incentivi a cui si accede con quelli di classe energetica superiore, anche perché durano almeno cinque volte. Con i climi rigidi è meglio puntare su qualità e non su modelli poveri, che vanno bene solo in ambienti tiepidi.

Altri ritengono invece che sia meglio spendere poco e quando si rompe comprare dei modelli nuovi economici che saranno comunque migliori rispetto a quelli più costosi ma più vecchi.Nell’ultimo periodo vi è anche l’elogio di condizionatori cinesi. Questo perché molti sono convinti che tali condizionatori funziono esattamente come tutti gli altri, con l’unica differenza che al momento del guasto non ci sarà grande possibilità di ripararli e quindi, nel più die casi, bisognerà solo sostituirli. La cosa positiva dei condizionatori cinesi è che questi sono presenti davvero a buon mercato e quindi venduti davvero a prezzi bassi.
Numerosi, comunque, sono i marchi di condizionatori presenti sul mercato alcuni dei quali hanno prezzi inferiori rispetto agli altri. Tra questi marchi come Argo, Electrolux, Chigo, Airwell, Thermomec, Tudor, Beko, Lamborghini, Panasonics, Samsung, Haier, Ferroli, Sharp, Wintar e Frozen. I marchi preferiti per il loro rapporto qualità prezzo, almeno nel nostro paese, sono Lamborghini, Airwell, Panasonics, Electrolux, Ferroli e Sharp.

Author: admin

Leave a Comment